14/11/2014
Giordano: sui servizi di ginecologia e ostetricia dell’azienda ospedaliera reggina avevamo, purtroppo, previsto tutto

Le attività di verifica disposte dalla Procura della Repubblica dei reparti di ginecologia, ostetricia, neonatologia e chirurgia presso l’azienda ospedaliera di Reggio Calabria su episodi reiterati di presunta malasanità confermano quanto da me denunciato in tempi non sospetti sulle conseguenze drammatiche del ridimensionamento delle strutture ospedaliere del reggino e in particolare del nosocomio di Melito Porto Salvo. Il consigliere del Partito Democratico Giuseppe Giordano attacca la politica dissennata di tagli di cui si è reso responsabile l’ex governatore Scopelliti nella qualità di Commissario ad acta. Rilevo, sottolinea Giordano, come a suo tempo avevo, insieme al circolo Area Grecanica in Movimento,  proposto  l’integrazione funzionale della struttura melitese con l'azienda ospedaliera di Reggio Calabria, proposta poi fatta propria dai comuni dell'area grecanica, al fine di mantenere , attraverso una sinergia fra i due poli ospedaliera, alcuni reparti e servizi funzionali ai bisogni sanitari di un ampia area territoriale.

 Già allora avevamo paventato il pericolo, denuncia Giordano, che la chiusura dei reparti dell’ospedale di Melito avrebbe provocato un collasso dei reparti dell’azienda ospedaliera, incapaci, per deficienze strutturali, di reggere nuova utenza. Ebbene, rimarca il consigliere regionale, dopo un lasso di tempo notevole avevamo registrato una apertura dello stesso Scopelliti ma alla parole non sono seguiti i fatti e salvo qualche protocollo di intesa fra l’ASP e l’Azienda ospedaliera relativa ad alcuni servizi, il tanto agognato decreto commissariale che portasse alla fusione si è rivelato un’araba fenice.

Nello specifico, continua Giordano, proprio sui reparti di ostetricia e ginecologia e neonatologia, con una integrazione funzionale immediata con l’azienda ospedaliera attraverso un apposito decreto,  avremmo evitato la disattivazione del punto nascita melitese che, a quel punto, sarebbe rientrato nei parametri nazionali e ci saremmo,così,risparmiati scene da terzo mondo giustamente denunciati dagli utenti e su cui la Procura intende fare luce.

Non vorremmo, conclude Giordano, che eventuali conseguenze si riversassero sull’incolpevole personale medico sanitario che con grandi sforzi cerca di mantenere a galla una barca che sta affondando, mentre al contrario  i vertici sanitari e politici che hanno gestito la sanità calabrese in questi anni sfuggano alle proprie responsabilità.

 

GLI ALTRI COMUNICATI
Giordano: piena condivisione alla proposta dell’On. Oliviero per l’approvazione di una legge regionale sull’agricoltura sociale
29/08/2014 - Riscontro positivamente la proposta avanzata dall’On.le Nicodemo Oliviero perché la prossima legislatura regionale ponga fra le proprie priorità l’approvazione di una legge che rafforzi e sviluppi l’agricoltura sociale con la previsione di assegnare  ai giovani ai giovani che vogliono fare impresa le terre pubbliche e agro-pastorali, i terreni e le [...]
impianto smaltimento rifiutiRifiuti, Giordano: adesione al sit in di protesta contro malfunzionamento impianto di trattamento e smaltimento di Siderno
16/08/2014 - “In Calabria la politica di gestione dei rifiuti urbani è stata un completo fallimento, l’interminabile fase commissariale, prima, e la gestione ordinaria, dopo, non hanno mai messo la parola fine all’emergenza rifiuti nella nostra Regione”. E’ quanto afferma il consigliere regionale, Giuseppe Giordano, che conferma la propria adesione al sit-in di protesta [...]
Giuseppe GiordanoGiordano: salvaguardare la qualità dei servizi negli interventi sociosanitari
07/08/2014 - L’allarme lanciato da numerosi organismi del terzo settore sulle modalità di predisposizione dei bandi di gara nel campo socio sanitario da parte di diverse amministrazioni locali deve spingere ad una adeguata riflessione sulla qualità dei servizi erogati. La crisi degli enti locali non può permettere che si giochi sulla pelle degli assistiti attraverso dei bandi di [...]
Giuseppe Giordano1Giordano: si sblocchino le risorse per gli ammortizzatori sociali
06/08/2014 - La mia partecipazione al sit in di protesta di numerosi lavoratori presso la sede INPS di Reggio Calabria che da mesi reclamano ormai le erogazioni  a loro favore dei fondi per gli ammortizzatori sociali, conferma sempre di più la necessità che il governo sblocchi immediatamente i 400 milioni di euro previsti per tale tipologia di intervento. Il consigliere regionale Giuseppe [...]
giuseppe Giordano0Giordano: legittime le proteste del terzo settore sul bando regionale a favore delle fasce deboli
04/08/2014 - Condivido pienamente le preoccupazioni manifestate da diverse organizzazioni del terzo settore sui tempi ristretti previsti dal bando  regionale pubblicato dal dipartimento lavori pubblici e che mira al finanziamento di programmi residenziali   atti a promuovere l’autonomia e l’integrazione di soggetti appartenenti alle fasce deboli. Il consigliere regionale Giuseppe [...]
Coldiretti-logoGiordano: piena adesione al sit-in promosso dalla Coldiretti
29/07/2014 - I problemi del comparto agricolo calabrese tendono sempre più ad aggravarsi per l’incapacità strutturale  di un governo regionale, ormai al capolinea, che non è riuscito ad affrontare in questi anni i nodi critici dell’agricoltura regionale. Da qui la legittima protesta della Coldiretti che giustamente lamenta una interruzione dei pagamenti a favore di [...]
<<
3
4
5
6
7
>>